HTC Artemis P3300 Orbit Pda Phone Gps : Guide eBay

Scrivi una Guida Guide di: morelliluca ( 494Punteggio di feedback compreso tra 100 e 499)  Recensore nella Top 25
56 di 61 persone hanno trovato questa guida utile.
Guida vista: 12021 volte Tag: HTC Artemis | Orbit | P3300 | Pda Phone | Gps Phone


ATTENZIONE : nella guida farò riferimento principalmente ai difetti del dispositivo, per i pregi e le caratteristiche potrete consultare un qualsiasi motore di ricerca. Questa guida, oltre a offrire una panoramica dei (pochi) difetti, e anche di qualche pregio(che invece sarebbero tantissimi), riscontrati nel PDA phone HTC P3300 che posseggo da quasi un mese, vuole offrire una sorta di parallelo con l’HTC TyTn che è il dispositivo da cui mi sono appena separato e per cui ho scritto una guida che ha incontrato un discreto successo.

Chi ha già letto la guida sul TyTn troverà molti punti in comune con questa. Ciò accade un po’ perché i due dispositivi condividono molte caratteristiche simili, un po’ perché ho tagliato e incollato il testo della guida e ci ho scritto sopra :-).

Chiedo scusa in anticipo se utilizzerò un po' di linguaggio tecnico ma ritengo questo telefono adatto ad una, non tanto, ristretta cerchia di appassionati di tecnologia per cui tali termini costituiscono il pane quotidiano. Comunque, se aveste bisogno di un qualsivoglia chiarimento o consiglio non esitate a contattarmi e cercherò di rispondervi quanto più celermente possibile.

La prima cosa che sono felice di scrivere è relativa al fatto che l’Artemis non ha presentato difetti di sorta in questo primo periodo di utilizzo. Mentre l’Hermes (HTC TyTn), come specificai nella guida, presentava diversi problemi dal punto di vista hardware (vedi screen alignment, tastiera, pennino, etc), l’Artemis è praticamente esente da difetti hardware. La qualità costruttiva appare ottimale e il design è più che trendy. Ci si mette un po’ ad abituarsi al colore, quantomai “singolare”, ma, in fin dei conti, l’unicità di un giocattolo del genere scaturisce anche da queste scelte di design.

Per quel che ho potuto leggere sui vari forum di appassionati, in alcuni casi le strisce metallizzate che si trovano sui fianchi tendono a scolorirsi abbastanza in fretta rivelando una sorta di rosso rame sottostante che non è molto gradevole alla vista. La cosa che mi fa preoccupare è che una cosa del genere sia accaduta così in fretta per cui, cosa che ho già fatto con il mio, pensate a dotare il vostro Artemis di una bella cover. Al momento il mio “veste” una bella custodia in silicone di tipo “skin” di colore nero e, sebbene si perda la bellezza del telefono, se ne salvaguarda l’usura nonché l’integrità dato che la cover è morbida e proteggerebbe abbastanza bene in caso di urti o cadute accidentali. Tutti i tasti sono inoltre accessibili e quelli coperti hanno un rilievo che permette di distinguerli anche senza guardare.

La solita custodia HTC lasciatela nella sua bella bustina di plastica, personalmente la ritengo ingombrante e poco funzionale a meno che non siate abituati ad andare in giro con il telefono attaccato alla cintura. Al riguardo, comunque, pare non sia presente il problema presente nell’Hermes che ruotava lo schermo autonomamente a causa del magnete della custodia quando vi veniva riposto.

Un difetto per così dire hardware potrebbe essere il posizionamento dello slot micro sd. Mentre nell’Hermes tale slot si trova sul fianco ed è liberamente accessibile, nell’Artemis occorre togliere la batteria e addirittura la sim!!! Complimenti all’HTC che ha fatto una bella cavolata. Purtroppo non esistono ancora micro sd capienti (il massimo al momento è 2GB) per cui può accadere spesso, soprattutto in un dispositivo con un gps integrato, che si presenti il bisogno di cambiare la scheda di memoria e, in questo caso, uno slot hot swappable (si chiama così?!?) dovrebbe essere la norma.

I pulsanti della zona keypad, al contrario dell’Hermes, sono “user-friendly”, quindi si individuano facilmente anche a occhi chiusi. Mancano un paio di pulsanti hardware sui lati del dispositivo (uno per lato) rispetto all’Hermes e, inutile dirlo, sarebbero risultati molto comodi. Il pulsantino per il reset sta su un lato ed è facilmente raggiungibile. Sul lato inferiore è presente un pratico aggancio per quegli esauriti che volessero metterci un laccetto e portarselo attaccato al collo :-).

Mancano anche i due pulsanti hardware presenti nella parte alta dello schermo dell’Hermes oltre al pulsante della videochiamata (chissà, forse perché non è UMTS…:-).

Mancano anche tutti i problemi relativi alla tastiera slide-out, indovinate un po’ perché? Naturalmente perché la tastiera non c’è :-). Ok, basta battutone... Ciò rende il dispositivo molto più snello e portabile riducendo al contempo il peso a circa 130gr. Quasi un telefono normale. Quasi…Fatto sta che lo si può portare tranquillamente nella tasca della giacca, dei pantaloni e perfino della camicia nonché in quasi tutti i pertugi di cui i vostri indumenti sono dotati :-).

Riguardo al resto della dotazione vi ricordo in primis che esistono due versioni dell’Artemis in vendita. La Basic e la Premium. La seconda, a fronte di una modica spesa aggiuntiva di soli 150 euro circa vi fornirà uno splendido supporto da auto (15 euro su Ebay), un micro-sd da 512 MB per le mappe (10 euro), un’antenna esterna per il gps(non ho la minima idea di quanto costi ma azzardo 20-25 euro), un caricabatteria da auto (10 euro) e TomTom 6equalcosa con tutte le mappe Europa (anche questo si trova a buon prezzo ma non su Ebay ;-). Fatevi un po’ i conti e scegliete se “donare” o meno 150 euro alla HTC…

Resto della dotazione: fantastico cavo di sincronizzazione usb, fantastico alimentatore di rete con attacco usb, pennino di ricambio (a proposito, secondo me è ottimo, molto meglio di quello dell’Hermes e inoltre si sta buono buono nel suo vano senza causare problemi), auricolare stereo con interfaccia proprietaria HTC extusb (mi pare si chiami così). E’ lo stesso dell’Hermes ma questo, al contrario del precedente, funziona. La qualità non è eccelsa ma si può utilizzare alzando un po’ la voce. Tuttavia è ottimo per ascoltare la musica, specie ora che hanno deciso di dare nel bundle due costosissime spugnette che dovrebbero tenere fermo l'auricolare all'interno dell'orecchio (dipende sempre dall'orecchio :-). Scordatevi di utilizzarlo per ascoltare musica quando correte, dovreste utilizzare dell'attack o dello scotch. Oltretutto tenete presente che non potrete ascoltare musica dall'auricolare stereo quando ricaricate/sincronizzate il telefono via usb. O vi comprate il "pratico" sdoppiatore venduto dalla HTC o sincronizzate, ma non ricaricate, via bluetooth. Sul controllo dell'auricolare stereo c'è il solito bottone per rispondere/riattaccare. E' inoltre presente un potenziometro il cui unico effetto è di "abbassare" la musica. Poi c’è anche la custodia da cintura oltre al telefono e alla batteria :-). Altra battutona …Vi giuro che è l’ultima (non credeteci ;-).

A proposito, la batteria non  è un granchè vista la vasta gamma di moduli radio presenti nel dispositivo difficilmente si arriva alla fine della giornata facendo un utilizzo pesante del dispositivo. Per pesante intendo car navigation, wi-fi, auricolare bluetooth, Windows Media Player, lettura mail e, perché no, sms e telefono. Fortunatamente di batterie di ricambio compatibili o meno se ne trovano a bizzeffe nella buona vecchia Hong Kong, anche a prezzi relativamente bassi. Compratene una se vorrete spremere il vostro dispositivo per bene.

Il dispositivo di puntamento meriterebbe una guida a parte. Prima impressione: che cagata! Dopo un po’ di utilizzo ci si abitua e si capisce quanto sia comodo in tante applicazioni. Si tratta di una sorta di trackball che permette di fare davvero tutto come un piccolo mouse. A proposito, è presente un’applicazione che permette di utilizzare il dispositivo in “mouse mode” con un vero e proprio puntatore pilotato dal trackball. Personalmente ci ho provato, e continuo a provarci saltuariamente, a utilizzarla ma proprio non c’è feeling tra noi.

Dal punto di vista software vorrei segnalare quello che finora è l’unico bug serio accertato. Alcuni utenti si sono visti sparire parte del contenuto, o la totalità, dalla scheda di memoria all’improvviso. E nei dispositivi affetti pare che il problema si presenti periodicamente. Inutile dire che non sarebbe potuto esistere bug peggiore. Speriamo che qualche smanettane trovi una soluzione altrimenti occorrerà attendere il primo update della rom che non è certo all’orizzonte. Personalmente (sgrat sgrat) il problema non si è ancora presentato sul mio dispositivo.

C’è da segnalare, con mio sommo giubilo, che il problema relativo alla volatilità della scheda di memoria con Windows Media Player presente nel TyTn non è più presente.

Fotocamera : la qualità è in linea con i precedenti prodotti HTC. Sebbene il sensore sia a 2 Mpx, la qualità delle immagini dipenderà molto dalla bravura del fotografo  nello sfruttare la luce e nel fare le giuste regolazioni. Si può ottenere una buona qualità di immagine ma  scordatevi la facilità e la qualità di una fotocamera stand-alone. Tuttavia manca, rispetto all’Hermes, la funzione macro che era veramente comoda. Manca anche il flash led integrato, in assenza di luce non sono mai riuscito a ottenere qualcosa di decente. Diciamo pure che la fotocamera è inutilizzabile al buio. Ma, in generale, con la luce, ho ottenuto risultati migliori che con la fotocamera dell’Hermes (stesso sensore, software ottimizzato).

Stesse considerazioni fatte per l’Hermes relativamente al wi-fi e al bluetooth che riporto di seguito:

Wi-fi : con Windows Mobile 2005 è migliorata la gestione del wireless ma scordatevi di stare a 100 metri per agganciarvi ad un access point. Inoltre, IMPORTANTE, tra le caratteristiche tecniche c'è scritto che integra un chip wireless 802.11 b/g. La 'g' è riferita al fatto che si possa collegare a dispositivi 802.11g, ma la velocità di trasferimento sarà al massimo 11Mbps ovvero quella di un dispositivo 802.11b (anche se devo verificare meglio questa affermazione). Tuttavia il range è vergognosamente basso, questo denota una certa intolleranza al rumore ambientale.

Bluetooth : stesso discorso per il range, scordatevi qui i 10 metri, se si arriva a 5 (in casa) è un miracolo. Tuttavia è buono per sincronizzare e scambiare files. Microsoft non è ancora riuscita a implementare una versione efficiente del profilo A2DP. Ovvero il profilo per ascoltare musica via bluetooth su cuffie stereo. Ho provato il dispositivo su tre cuffie bluetooth stereo differenti e l'utilizzo è sconsigliato. Sicuramente ci sono dei modelli che funzioneranno bene ma, trattandosi di uno standard, avrebbe dovuto funzionare alla perfezione con tutte. Una piccola nota, per far funzionare la ricezione di file da altri dispositivi via bluetooth, dovrete attivare la porta infrarossi!!! Basta mettere una spunta su ricevi tutte i segnali in ingresso nella finestra delle connessioni e l'applet con la porta a infrarossi. In generale comunque la gestione del bluetooth è migliorata rispetto all’Hermes, sull’Artemis infatti è presente l’aku 3.0 mentre l’Hermes presentava il 2.3 mi pare.

Last ma non per importanza il processore. Ero molto diffidente riguardo questo aspetto. Certo, a volte la lentezza si sente, soprattutto con molte applicazioni aperte ma basta chiuderne qualcuna per non andare incontro a eccessivi rallentamenti del sistema. Inoltre esistono diverse utilità, a rischio del proprietario, per l’overclocking della cpu che può esser stabilmente spinta a circa 270MHz.

Difetti. A parte gli aspetti elencati si potrebbero citare la mancanza di una tastiera e di tutto l’impianto UMTS. Semmai non foste utilizzatori di queste due feature sappiate che avete trovato il pda phone perfetto per tutte le vostre esigenze.Voto finale 9/10. IMHO superiore all’Hermes che, idealmente è migliore, ma è stato immesso sul mercato con troppi problemi ed è ancora troppo ingombrante. La presenza del gps integrato è una chicca e il prezzo di vendita non è eccessivamente alto. Credo che finalmente terrò un telefono per più di 2-3 mesi :-)

Spero questa guida tornerà utile a qualcuno. Tenete in considerazione che alcuni difetti, mi riferisco a quelli software, verranno sicuramente corretti con il rilascio della prossima ROM. Credo comunque si debbano conoscere determinati aspetti, soprattutto quando si spende intorno ai 500 euro per un giocattolo del genere!!! Come detto, mi propongo di aggiornare questa guida col tempo, almeno finché sarò possessore dell’Artemis. Nel caso aveste bisogno di chiarimenti o consigli non esitate a contattarmi. Nel caso voleste lasciare un commento di utilità a questa guida mi fareste felice e dareste un valore al tempo che ho speso per scriverla :-).

Grazie mille e buona tecnologia a tutti


ID guida: 10000000002806179Guida creata: 27/01/07 (aggiornato il 15/12/13)

 
Questa guida è stata utile? Segnala guida

Sei pronto a condividere le tue informazioni con altri utenti? Scrivi una Guida



Ulteriori opzioni di navigazione