MAGNUS - NECRON : Guide eBay

Scrivi una Guida Guide di: gulliver_it ( 1556Punteggio di feedback compreso tra 1000 e 4,999)  Recensore nella Top 1000
9 di 9 persone hanno trovato questa guida utile.


Necron è quanto di più insolito si sia mai visto tra le collane erotico-pornografiche che spopolavano negli anni 70-80. Erano gli anni d'oro di "Zora la Vampira" e "Cimiteria", il trash da edicola che sarebbe diventato, vent'anni dopo, fumetto di culto.

Sulla scia di queste produzioni, a Magnus venne proposto di disegnare un nuovo personaggio, partendo dai testi di Ilaria Volpe. Si trattava dell'ennesimo tascabile fatto di sesso, horror e sadismo. Perché un Magnus ormai cresciuto come autore avrebbe dovuto buttarsi su un genere cosi 'volgarmente' popolare? Certamente per necessità economiche, visto che Lo Sconosciuto e I Briganti non vendevano certo quanto un Kriminal o un Alan Ford. Ma è interessante vedere cosa è nato di originale dalla penna di Magnus anche questa volta.

La protagonista femminile è una Frankestein in gonnella (anzi, in mutande!), un'affermatissima biologa tedesca. Frieda Boher, oltre ad essere un genio della scienza, è anche un'inguaribile necrofila e per soddisfare i propri appetiti sessuali da vita a Necron, un mostro superdotato, assemblato con pezzi di cadaveri. Durante i 14 episodi delle serie, il mostro e la sua padrona girano per il mondo seminando terrore e macchiandosi di ogni crimine immaginabile.

Magnus racconta come iniziò: "mi ritrovai fra le mani il progetto di Necron, ma era troppo duro, non poteva andare. Fu allora che capii con quali invenzioni potevo aiutarlo. Dovevo tramutare il Necron di Barbieri nel Necron che intendevo io, il mio Necron di ora; dovevo renderlo meno cupo e più ironico e buffo, senza togliere nulla alla sua sfacciata pornofilia; farlo diventare un burattino a suo modo pieno di allegria, dal freddo assassino che era; dovevo riscaldarlo, in pratica, di una certa simpatia. E il resto poi sarebbe venuto da solo".

Infatti Necron, nel corso degli episodi, si emancipa dal ruolo puramente horror-splatter che gli era stato assegnato. Assume delle caratteristiche incredibilmente comiche e trasforma il sangue e la violenza in senso grottesco. Una sorta di  precursore del genere pulp. Necron diventa talmente simpatico e ammiccante che potrebbe quasi essere il protagonista di un musical alla Rocky Horror.

Magnus adotta uno stile, che battezza 'elettronecronplastico', ispirato alla ligne claire di scuola francese. Il classico Magnus dal tratto marcato, ricco di chiaroscuro, non avrebbe potuto sdrammatizzare e alleggerire l'incredibile accozzaglia di sesso e splatter che costituisce il nocciolo di ogni avventura di Necron. Invece, con un tratto pulito ed essenziale, senza fronzoli, pornografia e orrore si intingono di grottesco e alla fine diventano un irresistibile intrattenimento, creano una comicità paradossale.

 

MAGNUS racconta ...

"Se Necron non fosse stato elettronecronplastico ma fosse stato un cadaverone peloso dotato di attributi maschili, ecco che non avrei potuto trasformare, per esempio, le sue palle in uno strano apparecchio fotografico che, pur mantenendogli una certa consistenza, lo ha snaturato al punto di non essere più così carnale..."


"Necron non è pornografico, per un semplice motivo: usciamo dal pornografico. Appunto perché lo abbiamo fatto elettroplastico, perché abbiamo modificato i personaggi. É si pornografico come situazioni, ma il porno ha una sua caratteristica: cambiano gli attori ma la storia è sempre quella. É questo il trucco del pornografico. In Necron, invece, gli attori sono fissi e la storia cambia."

"Se noi prendiamo le storie romantiche di LANCIOSTORY, denudiamo i protagonisti e gli facciamo fare sesso, noi otteniamo il fumetto porno ideale. Invece quando faccio Necron esco dagli schemi fissi di questo genere. Necron piaceva più per la buffezza delle situazioni che per la funzione pornografica in se stessa."

"Frieda é molto più arrapante se è brutta... Poi ha delle particolarità anche per quanto riguarda il fisico... Queste spalle larghe, queste cosce bianche, pienotte, ha una sua stazza! Andrea Pazienza era il massimo per queste cose qui, ce ne sono alcune che lui ha disegnato che sono eccezionali..."

"Questo mio nuovo segno è nato dall'aver rivisto le donnine sadomaso di Eneg che hanno questa loro follia distorta. E da Conan. In più ci sono certe esperienze dei giovani di Frigidaire, come nella crudeltà delle facce. Facce che però sono sempre quelle di Magnus, visto che non si scappa dalla propria matrice. I personaggi del Ranxerox di Tamburini e Liberatore sono molto più urbani e attuali, nella loro ferocia, di quanto non lo siano Frieda e Necron che, in fin dei conti, sono solo dei burattini."

 

CURIOSITA'

La serie iniziò nel 1981 ed era destinata a durare ben oltre 14 puntate. Tuttavia l'impronta comico-grottesca che Magnus aveva dato alle storie non incontrava i gusti degli abituali consumatori di questi albi erotici. L'editore decise quindi di chiudere anticipatamente la serie.

Anche se il target iniziale non fu azzeccato Necron ebbe un notevole successo, proprio per la sua originalità. Le sue storie sono state tradotte in Francia, Spagna e Stati Uniti.

Magnus non disegnò le copertine della prima serie, quella dei pocket erotici. L'editore visionò alcune bozze ma le ritenne un po' troppo 'sperimentali'. Del resto il pubblico a cui si indirizzava non aveva grosse pretese artistiche. Per rimanere in linea con gli altri tascabili il lavoro venne affidato a un copertinista di professione.

Magnus aveva iniziato a studiare, nel 1993, dei personaggi (tra cui il padre di Frieda!) per un'altra storia che non venne mai realizzata.

 

CRONOLOGIA

La fabbricante di mostri  - gennaio 1981
Necron n°1 - Edifumetto

La nave dei lebbrosi - febbraio 1981
Necron n°2 - Edifumetto

I mostri meccanici - marzo 1981
Necron n°3 - Edifumetto

Le donne ragno - aprile 1981
Necron n°4 - Edifumetto

Nobiltà depravata - maggio 1981
Necron n°5 - Edifumetto

Strage in vagone letto - giugno 1981
Necron n°6 - Edifumetto

La balena d'acciaio - luglio 1981
Necron n°7 - Edifumetto

Gli uomini pesce - agosto 1981
Necron n°8 - Edifumetto

Il re dei cannibali - settembre 1981
Necron n°9 - Edifumetto

Cadaveri viventi - ottobre 1981
Necron n°10 - Edifumetto

Kring Krong - novembre 1981
Necron n°11 - Edifumetto

Sopraffatta dai mostri - settembre 1983
Necron n°12 (esce come supplemento a n. 44 di Zora) - Edifumetto

Caccia all'indio - giugno 1985
Necron speciale 'Metropolis' - Edifumetto

Gli orrori della metropoli -giugno 1985
Necron speciale 'Metropolis' - Edifumetto

 

Visita la guida MAGNUS (Roberto Raviola) LA VITA e LE OPERE


ID guida: 10000000009955061Guida creata: 31/12/08 (aggiornato il 20/08/13)

 
Questa guida è stata utile? Segnala guida

Sei pronto a condividere le tue informazioni con altri utenti? Scrivi una Guida



Ulteriori opzioni di navigazione