PARTE 2- AFFARI SU EBAY DIVENTARE VENDITORE DI SUCCESSO : Guide eBay

Scrivi una Guida Guide di: nonsoloaffari2008 ( 17Punteggio di feedback compreso tra 10 e 49)  Recensore nella Top 1000
498 di 516 persone hanno trovato questa guida utile.


Dalle cose che avete in casa e non utilizzate più, a ciò che potete acquistare da grossisti, ecco tutto quello che conviene e non conviene vendere su eBay

Molti rivenditori su eBay iniziano a vendere per sbarazzarsi di qualcosa e si ritrovano con la casa vuota. E per una buona ragione. Se gli oggetti sono in buone condizioni, infatti, la vendita su eBay risulta molto redditizia. Tutti hanno in casa cose che non ritengono affatto indispensabili, ma di cui anzi sarebbero ben contenti di liberarsi. Senza contare che è un ottimo modo per imparare a vendere su eBay senza scottarsi.

   Se invece non riuscite a liberarvi delle vostre cose, potete iniziare a vendere prodotti che conoscete e di cui avete esperienza. Scegliete oggetti di cui potete dimostrare l’esistenza di una domanda di mercato (ossia: conoscete persone che sicuramente li acquisteranno).

   Non commettete l’errore di vendere solo le cose che vi piacciono, o gli oggetti più trendy che trovate. Se il vostro obiettivo è guadagnare – e dovrebbe essere così! – allora puntate su cose che sapete verranno acquistate.

   Una volta deciso l’oggetto del vostro commercio, fate una ricerca su eBay e vedete se già vengono offerti prodotti simili. Se il mercato è saturo, è meglio puntare su altri prodotti. Allo stesso modo, se nessuno mette in vendita lo stesso oggetto, può darsi che nessuno ci abbia mai pensato, ma anche che nessuno lo voglia acquistare.

   A seconda della categoria, il fatto che oggetti simili siano già in vendita in gran numero può essere positivo o negativo. Non bisogna limitarsi a contare le inserzioni, ma conviene osservare le singole aste e vedere se esistono offerte. In questo modo, si hanno indicazioni sulla forza del mercato. Pertanto, controllate tutte le offerte per il prodotto simile al vostro. In questo modo, capirete a quanto viene venduto (o addirittura se viene venduto o meno).

Elementi da considerare
Sia che abbiate già deciso cosa vendere, sia che brancoliate ancora nel buio, tenete presente questi elementi.

Il costo. Quanto vi costeranno i prodotti da vendere? Il costo è più alto del semplice prezzo del bene: avete il denaro per procurarvi le scorte o dovete richiedere un prestito (e quindi pagare gli interessi)? Sono previste spese aggiuntive, per esempio per la spedizione a carico del venditore o la sostituzione di un prodotto danneggiato?

Il magazzino. Avete lo spazio necessario per immagazzinare in modo corretto e sicuro gli oggetti in attesa di essere venduti?

La spedizione. Quali sono i costi legati alla spedizione al cliente del bene venduto? Il prodotto è fragile, ha forme inconsuete o è estremamente pesante? Sono tutti elementi che potrebbero rendere difficile la spedizione.

Il ciclo di vita del prodotto. Per quanto tempo pensate continuerà la domanda del prodotto? Una cosa di gran moda oggi potrebbe non valere più nulla l’anno successivo. La cosa è drammaticamente vera nel caso di prodotti hi-tech, la cui obsolescenza è accelerata dai continui progressi tecnologici. Facendo attenzione al ciclo di vita, potrete massimizzare il valore del prodotto quando questo è desiderato, ed evitare di avere scorte in eccesso quando la domanda diminuisce.

Il periodo dell’anno. Quando mettete in vendita qualcosa su eBay, date un’occhiata al calendario. Cappotti e maglioni non si venderanno bene in primavera e in estate. Allo stesso modo, le attrezzature da giardinaggio saranno più richieste in estate che in inverno. Se disponete di spazio per immagazzinare i prodotti, può essere conveniente acquistarli fuori stagione e poi aspettare di venderli al momento giusto

Dove trovare le cose da vendere?
Una delle cose più incredibili delle compravendite su eBay è che la merce da mettere in vendita si trova praticamente ovunque!

In casa. Iniziate a guardare se trovate vecchi oggetti impolverati nel ripostiglio, in fondo ai cassetti, sugli scaffali, in cantina o nel garage.

Nei mercatini delle pulci. Qui si trovano a ottimo prezzo merci da rivendere su eBay.

Dai rivenditori. I negozi spesso hanno bisogno di eliminare i prodotti invenduti. Stock di merci e offerte speciali possono rivelarsi ottime fonti per la reperibilità di emrci.

Nei discount. Acquistate nei discount e nei supermercati i prodotti in offerta: potrete poi rivenderli su eBay. C’è chi acquista, per esempio, costumi per bambini alla fine dell’estate e li rimette in vendita l’anno dopo.
 
Da amici e familiari. Dite ai vostri conoscenti di non buttare via nulla. Potete anche organizzare riunioni di condominio o di amici e parenti. Un'ottima scusa anche per organizzare una festa.

Acquistare all’ingrosso
Man mano che la vostra attività cresce, potete decidere di iniziare ad acquistare all’ingrosso e vendere su eBay al dettaglio. Può essere una decisione azzeccata, ma solo se si sceglie il fornitore con accuratezza.

   Internet pullula di occasioni per acquistare elenchi di grossisti, spesso per pochi spiccioli. Ma cercate di risparmiare. Potete ottenere informazioni della stessa qualità (se non addirittura migliori) anche gratuitamente, usando i motori di ricerca e inserendo parole chiave come "grossista", "produttore" o "vendita all’ingrosso". Ma nemmeno questa è la strada migliore.

   Adottate invece un approccio più specifico. Pensate prima al tipo di prodotti che intendete vendere e solo in seguito cercate i produttori, grossisti e distributori con cui collaborare. Rivolgetevi a società che hanno prodotti della qualità desiderata, con prezzi e termini accessibili, e con il livello di servizio che volete fornire ai clienti. Richiedete campioni in modo da poterne testare voi stessi la qualità. Alcune aziende offrono i campioni gratuitamente, altre a prezzi simbolici – ad ogni modo, non provate a vendere cose che non avete mai visto. Assicuratevi che siano esattamente come le volete.

   Accertatevi di avere a che fare con veri produttori, grossisti o distributori, e non con intermediari che finiranno con l’aumentare i prezzi e quindi i vostri costi. Richiedete e controllate le referenze. Contattate altri che hanno acquistato dalle stesse fonti. Inoltre, chiedete consigli ad associazioni di settore, gruppi di consumatori e altri soggetti in grado di verificarne l’attendibilità.

   Inoltre, i produttori, grossisti e distributori legittimi chiedono loro stessi informazioni, comprese garanzie sulla serietà della vostra impresa, come il fatto che siate titolari delle licenze adeguate e di partita IVA. Un fornitore che non vi chiedesse questi dati, potrebbe essere un intermediario senza troppi scrupoli.

Capire le mode
Come fare a capire cosa risulterà molto richiesto su eBay? E’ una delle maggiori sfide per i neo-venditori. "Cosa dovrei vendere su eBay?" è la domanda più frequente dei neo-venditori, ed è per questo che eBay cerca di fornire più informazioni possibili per aiutare a capire le tendenze del mercato.

   La Guida dei Vednitori è un posto in cui i neo-venditori possono trovare liste con le merci più ricercate in ogni categoria. In questo modo i venditori, per esempio, possono capire se chi vuole acquistare un computer online tende a usare parole come laptop o notebook nel motore di ricerca di eBay. Con le parole chiave, si capisce quello che viene venduto. E si comprende anche come si dovrebbe venderlo.

   La newsletter Speciale Vednitori, presente all'interno della Guida, offre informaizoni sui beni che generalmente vengono più venduti in alcuni momenti dell’anno, per esempio in occasione di feste o eventi particolari, promozioni, gli oggetti più venduti deel momento, ecc.

   Secondo eBay stessa, i prodotti più venduti devono molto all’inventiva dei venditori, in grado di differenziare un prodotto comune grazie a informazioni accattivanti e strategie di vendita innovative, come la possibilità si spedire 24 ore su 24 o l’offerta di pacchetti completi.

   Per imparare a seguire le tendenze, conviene studiare le categorie, i prodotti e le parole più cercate. E poi tentare azioni pionieristiche.

   Nella terza parte della Guida "Il mio negozio su eBay", tratteremo più in dettaglio la preparazione alla vendita

VI PREGO DI VOTARE QUESTA GUIDA PER PROCEDERE NELLA VISUALIZZAZIONE DELLA TERZA PARTE..

GRAZIE MILLE


ID guida: 10000000004655752Guida creata: 13/11/07 (aggiornato il 14/10/13)

 
Questa guida è stata utile? Segnala guida

Sei pronto a condividere le tue informazioni con altri utenti? Scrivi una Guida



Ulteriori opzioni di navigazione