Riparare un gommone forato. : Guide eBay

Scrivi una Guida Guide di: waterworld57 ( 309Punteggio di feedback compreso tra 100 e 499)  Recensore nella Top 1000
82 di 84 persone hanno trovato questa guida utile.
Guida vista: 39692 volte Tag: gommone | riparazione | incollare | toppa


Bisogna inanzitutto precisare che i gommoni si dividono in due grandi categorie:

  • la prima dove il tessuto di supporto in Trevira è impermeabilizzato utilizzando sostanze a base di gomma (neoprene, japalon, ecc.);
  • la seconda invece adotta tessuti ove l'ipermeabilizzazione è garantita dal PVC.

Per poter riparare eventuali forature o per effettuare eventuali modifiche, è fondamentale conoscere preventivamente a quale categoria appartiene il battello da riparare.

Ad esempio, rientrano nel primo gruppo le seguenti marche: Asso, Bat, Lomac, BWA, Marshall e numerose altre.

Rientrano invece nel secondo le marche: Eurovinil, Bombard, Zodiac ed altre.

Comunque indicando loro il modello di battello su cui si deve operare, la casa costruttrice o il concessionario di zona sono in grado di indicare il tipo di impermeabilizzazione utilizzata.

E' fondamentale sapere di che tessuto si tratti, dal momento che non esistono colle polivalenti in grado di essere utilizzate per incollare i tessuti delle due categorie.

Prendendo in considerazione solo le colle bicomponenti, cioè a base di colla e catalizzatore, bisogna chiarire che essendo igroscopiche (cioè sostanza liquida che tende ad assorbire l'umidità), bisogna sempre assicurarsi che i contenitori siano ben chiusi, pena l'inutizzabilità della colla.

Anche la giusta umidità specifica dell'aria è il segreto di base per un corretto incollaggio, l'umidità ideale teorica và dal 40 al 50% e da non superare mai il 65%, con una temperara compresa tra i 20 e i 30 gradi, oltre tali valori non si riesce ad incollare correttamente, conseguentemente le ore migliori sono quelle centrali di giornate soleggiate con brezza, cielo azzurro oppure in ambienti chusi e perfettamente asciutti.

Anticipato questo, partiamo con come procedere alla riparazione di un foro da effettuare su di un battello con tessuto a base di neoprene.

La colla più utilizzata per tessuti a base di neoprene è la NEOVULK-GN insieme al catalizzatore DESMODUR-RFE.

Acquistare la colla ed il catalizzatore, un pennello piccolo, un cucchiaio da minestra, un contagocce, della carta abrasiva grossa, un piccolo recipiente di vetro, del nastro da carrozzeria alto 15/20 mm, diluente nitro, alcol e logicamente una pezza per realizzare la "toppa" dello stesso colore del gommone.

  • il gommone deve essere sgonfio nella zona da riparare e la zona dove operare possibilmente in piano;
  • ritagliare e sagomare la pezza da incollare;
  • appoggiare la pezza sul foro e disegnare con una biro i contorni sulla zona da riparare;
  • con il nastro incorniciare la sagoma disegnata seguendone scrupolosamente i contorni;
  • con la carta abrasiva, carteggiare la zona delimitata sul tessuto e la pezza, naturalmente solo la zona di contatto, questo fino a quando le due superfici risultino molto ruvide, avendo però l'accortezza di non scoprire il tessuto affogato tra la gomma;
  • preparare la quantità di colla necessaria utilizzando il recipiente di vetro, ricordando che per ogni cucchiaio di colla si usa mediamente unire 8 gocce di catalizzatore, mescolare il tutto con cura sino a quando non compaiono molte bollicine, questo a testimonianza della catalizzazione avvenuta;

da questo momento si hanno a disposizione circa 15 - 20 minuti per operare

  • pennellare la colla unifornemente, sia sul gommone che sulla pezza, insistendo con particolare attenzione sui bordi;
  • attendere 2 o 3 minuti, sino a quando la colla sembrerà asciutta al tatto;
  • ripetere l'operazione di spennellatura e di attesa per 3 volte.

quando l'ultima delle 3 mani di colla parrà asciutta al tatto su entrambe le due parti, mettere gradualmente a contatto le 2 superfici iniziando da un lato, procedendo via via verso l'altro lato, comprimendo le parti fino a completa applicazione.

Bisogna stare ASSOLUTAMENTE attenti che non restino bolle d'aria e che la pezza sia perfettamente liscia

Usando un oggetto liscio e arrotondato, comprimere con forza il tutto, effettuando movimenti lineari onde favorire il perfetto contatto delle 2 superfici e l'uscita dell'aria eventualmente rimasta intrappolata (se possibile posizionare la zona riparata tra 2 tavolette serrate da 1 o più morsetti da falegname), il tempo necessario ad una completa essiccazione è di minimo di 10 - 12 ore, lasciando il battello all'ombra o al buio.

E' possibile rendere esteticamente più bella la riparazione incollando, con lo stesso procedimento, sopra alla "toppa"di tessuto un accessorio di gomma simile a quelli già presenti sul batttello, ad esempio un supporto per anelli a D, una maniglia per il trasporto supplementare oppure una striscia protettiva in gomma della giusta altezza replicata anche sull'altro lato del battello nella medesima posizione.

 


ID guida: 10000000004058201Guida creata: 25/07/07 (aggiornato il 26/04/13)

 
Questa guida è stata utile? Segnala guida

Sei pronto a condividere le tue informazioni con altri utenti? Scrivi una Guida



Ulteriori opzioni di navigazione