SPRAY ANTIAGGRESSIONE AL PEPERONCINO (IN ITALIA) : Guide eBay

Scrivi una Guida Guide di: ambraonline ( 923Punteggio di feedback compreso tra 500 e 999)   Recensore nella Top 1000
123 di 142 persone hanno trovato questa guida utile.


Qui di seguito riporto quelle che sono le (4) domande, che io come venditore (tramite il mio negozio: eShop.AmbraOnLine) di questi spray (e altro), mi sento porre più spesso dai clienti, e che quindi ritengo possano essere interessanti informazioni per chi vuole saperne di più su questo argomento, senza però dover leggere lunghissime guide.

DOMANDA:
Posso usare qualsiasi spray anti aggressione per difendermi?

RISPOSTA:
No, in Italia allo stato attuale giuridico, solo gli spray anti aggressione al peperoncino (quindi non al gas nervino, paralizzanti, etc.) sono gli unici legali (che quindi si possono usare).
Tutti gli altri tipi sono di NON libera detenzione.

DOMANDA:
Per quale motivo solo gli spray anti aggressione al peperoncino sono gli unici legali?

RISPOSTA:
Gli spray al peperoncino sono precisamente spray al principio attivo CAPSICUM (definito tecnicamente OC: Oleoresin Capsicunin) che è una sostanza naturale derivata dal peperoncino di Cayenna. Tale principio attivo è classificato (legalmente) come infiammatore e non come irritante: quindi non agisce sulla soglia del dolore ma bensì su quella del fastidio (alto).
L'uso di questo tipo di spray, ovviamente, deve essere però limitato a quei casi in cui si è aggrediti ed esiste serio pericolo per la propria incolumità, in caso contrario l’uso improprio è punito penalmente per legge, e si dovrà rispondere delle eventuali lesioni e danni fisici causati oltre che della “semplice” aggressione perpetrata.

DOMANDA:
Quali sono i riferimenti legali e/o leggi relative a questo tipo di spray?

RISPOSTA:
Il Ministero dell’Interno, con circolare 29/03/11 n° 557/PAS/12982(10)8 a determinato che lo spray all’OC "… non è classificabile arma comune, quando non supera i 20 ml di miscela ed i 3 metri di gittata, in quanto non ha l’attitudine a recare offesa alla persona… Pertanto, il predetto strumento potrà essere liberamente commercializzato…".

DOMANDA:
Quali sono gli effetti di uno spruzzo sull'aggressore?

RISPOSTA:
Provoca (per circa 20/25 minuti, dandoci così il tempo di scappare e/o richiedere aiuto) gonfiore ed infiammazione con chiusura involontaria e incontrollabile degli occhi, secrezione nasale, fiato corto e infiammazione della pelle.
Per “decontaminarsi”, essendo biodegradabile, basta un abbondante lavaggio con acqua fresca.

Qui di sotto, riporto le immagini/foto di alcuni dei pochi modelli ad oggi legali in Italia:

                                                                                                


ID guida: 10000000001894866Guida creata: 22/09/06 (aggiornato il 20/08/13)

 
Questa guida è stata utile? Segnala guida

Sei pronto a condividere le tue informazioni con altri utenti? Scrivi una Guida



Informazioni sull'autore

Ulteriori opzioni di navigazione