Smeraldo, acquamarina e altri berilli : Guide eBay

Scrivi una Guida Guide di: fabioold ( 174Punteggio di feedback compreso tra 100 e 499)  Recensore nella Top 1000
73 di 83 persone hanno trovato questa guida utile.
Guida vista: 8533 volte Tag: smeraldo | acquamarina | berillo | eliodoro | morganite


SMERALDO

La parola “smeraldo” deriva dal greco smaragdos, che significa “verde”. Questa gemma, di solito, è ricca di fratture e di conseguenza piuttosto fragile. Il 90% degli smeraldi è trattato con oliature, quindi è necessario non usare solventi, ultrasuoni o sostanze alcoliche per la pulizia. Inoltre a volte viene usato olio colorato, per migliorare il colore della pietra. L’oliatura rende ancora più fragile la gemma, per via della pressione interna che l’olio genera nelle fratture.
Circa il 70% degli smeraldi è sudamericano. In Colombia, precisamente nel distretto di Boyacà, ci sono i più importanti giacimenti: quello di Muzo (esaurito), Coscuez, Chivor e Gachalà. Le pietre estratte a Muzo e Coscuez sono ritenute le più pregiate per la perfezione dei cristalli e la saturazione del colore.
Altri giacimenti si trovano in Afghanistan, Australia, Austria, Brasile, Egitto, Federazione Russa, India, Madagascar, Mozambico, Norvegia, Pakistan, Sudafrica, Tanzania, Stati Uniti, Zambia e Zimbabwe.
Il colore considerato più pregiato è il “verde menta”.


ACQUAMARINA

E’ la gemma azzurra più pregiata, dopo lo zaffiro, e deve il suo nome al colore tipico dell’acqua limpida di mare. Il colore meno pregiato è l’azzurro tendente al verde, mentre il più raro e ricercato è l’azzurro saturo e il blu. Viene spesso confusa col topazio azzurro, che ha colorazione simile all’acquamarina più commercializzata.
L’acquamarina sintetica è prodotta col metodo idrotermale.


ALTRI BERILLI

Oltre allo smeraldo (berillo verde) e all’acquamarina (berillo azzurro-blu), ci sono altri minerali appartenenti alla famiglia dei berilli: il berillo rosa (morganite), il berillo giallo (eliodoro), il berillo rosso (bixbiit o bixbite) e il berillo incolore (goshenite).
Questi nomi derivano, rispettivamente, dal banchiere J.P. Morgan (collezionista di New York), da elios e doron (in greco, dono del sole), dal fatto che viene rinvenuto associato alla bixbyte (ossido di ferro e manganese), da Goshen nel Massachussetts (USA).


ID guida: 10000000001172600Guida creata: 10/06/06 (aggiornato il 06/07/12)

 
Questa guida è stata utile? Segnala guida

Sei pronto a condividere le tue informazioni con altri utenti? Scrivi una Guida



Ulteriori opzioni di navigazione